Paola Barbara Gozi interviene in merito agli incontri a Roma

17 Giu 2021

Grazie eccellenze,

è un momento storico per la nostra Repubblica, l’aver ultimamente riavviato i rapporti bilaterali tra San Marino e l’Italia.

I rapporti con l’Italia, rammento la Convenzione di Amicizia e di Buon Vicinato del 1939 e tutt’ora vigente, hanno ripreso finalmente un iter istituzionale ma anche di stima e di vera collaborazione.

Nessuna propaganda, è un dato di fatto!

Gli Eccellentissimi Reggenti e gli onorevoli Segretari di Stato hanno incontrato i massimi esponenti del Governo italiano.

Nel programma di Governo, è menzionato l’obiettivo di rimettere al centro le relazioni con la vicina Italia.

Questo impegno è stato mantenuto e, non da poco, se dapprima i rapporti erano focalizzati sulla risoluzione di problemi, ora sono improntati sulla costruzione di progetti mirati in tutti i campi e soprattutto ora, a differenza degli ultimi tempi, si intende dare continuità.

E’ difficile e riduttivo riassumere pertanto in poche parole tutto l’importante lavoro di cooperazione che il Governo ha avviato da più di un anno e sta attuando, partendo a livello regionale per allargarsi sempre più.

Per citarne alcuni: estero, con il percorso che il Segretario di Stato sta effettuando verso l’associazione del nostro Paese all’Unione europea; finanziario dove è scaturito un tavolo tecnico costruttivo e pragmatico riguardante e-commerce, la digitalizzazione ; sul piano internazionale mutua assistenza in materia di rogatorie e di reati finanziarie; percorsi formativi sinergici per la magistratura e tanto altro ancora; riguardo il mercato del lavoro prosegue il monitoraggio del lavoro frontaliero, la promozione di attività condivise di formazione e riqualificazione dei lavoratori e l’elaborazione di progetti comuni di sviluppo economico.

Anche nell’ ambito sportivo gli ottimi rapporti instaurati hanno promosso la volontà di sviluppare prossime collaborazioni.

Nel settore sanitario si continua il lavoro di ripartenza e di ritorno alla normalità dopo la pandemia mondiale.

Possibili e future collaborazioni altresì nel settore dell’istruzione con il Ministro italiano che ha assicurato l’aggiornamento degli accordi di cooperazione bilaterale al fine di favorire la maggiore integrazione possibile tra i nostri rispettivi sistemi di Istruzione e Formazione.

A breve anche nell’ambito dell’agricoltura biologica si stanno definendo gli aspetti inerenti la commercializzazione, l’importazione e l’etichettatura. Altresì è in previsione la conclusione di un Memorandum d’intesa con gli esponenti di competenza italiani.

Di rilevante importanza è il sostegno da parte dell’Italia, a conclusione del processo di associazione del nostro Paese all’Unione Europea, per quanto concerne le normative europee in materia dell’agricoltura.

Nel settore dei trasporti, si avvieranno tavoli tecnici di mutuo interesse per la fattibilità di un collegamento veloce San Marino Rimini, altresì per la viabilità della Starda Statale SS72.

Quindi non solo un rapporto di amicizia e buon vicinato, ma una vera e proficua collaborazione strategica al fine di rilanciare San Marino nell’ambito finanziario – commerciale.

Il Governo sta mandando un segnale chiaro, quello di aver intrapreso la propria riforma, attuando una politica lungimirante, trasparente e a servizio del cittadino.

Preciso che i meriti non sono solo di una parte politica ma di tutta la maggioranza ed è giusto che sia così.

La politica si fa con spirito di servizio, per il bene del Paese mostrando credibilità.

Questa metodologia ha richiesto un forte cambiamento nella cultura politica del nostro Paese: non lo si può realizzare dalla sera alla mattina, ma rappresenta un inevitabile traguardo di crescita della nostra democrazia che l’attuale condizione in cui riversa il nostro Stato ci stimola a raggiungere.

Grazie