Paola Barbara Gozi interviene in CGG: l’intervento completo

17 Dic 2020

Grazie Eccellenze,
il progetto di legge di bilancio, composto da ben 74 articoli, rappresenta un passaggio politico di primaria Importanza in quanto definisce gli interventi in ambito economico, finanziario e sociale, tenendo conto in primis la mancanza di risorse finanziarie ed un’economia peggiorata altresì dalla pandemia da un anno in atto e quindi di una reale situazione contabile.

Sono state predisposte non solo misure spot, ma come si evince sono state considerate misure atte al contenimento della spesa pubblica, al rafforzamento della liquidità dello Stato, al sostentamento con interventi incentivanti, delle famiglie e dei concittadini per la ripresa del ns. Paese.

Stante altresì la situazione economica altamente compromessa, complessa che perdura da vari anni, si è ritenuto necessario perseguire una politica di rilancio che investe vari settori, settori quest’ultimi che ultimamente sono stati dimenticati.

Faccio riferimento al settore turistico_commerciale.

Grazie art. 20, sono state individuate varie aree da tempo abbandonate a sé stesse che necessitano, in via prioritaria, di interventi specifici di risanamento conservativo e di riqualificazione.

Quest’anno con l’attuazione del progetto TTT, Tavolo Turistico Territoriale è stato altresì predisposto un capitolo di spesa presso il Dipartimento Turismo, atto al funzionamento del comitato stesso volto a promuovere un’offerta culturale e naturalistica che valorizzi ulteriormente le tipicità e unicità del ns. territorio.

In questo progetto di legge, si evidenziano gli interventi incentivanti il comparto edile, per il risparmio energetico e riduzione del rischio sismico e per la tutela degli edifici esistenti di interesse storico, ambientale e culturale.

Sono convinta che l’art. 27 sia stato considerato con molta responsabilità in quanto nella capitale, Borgo Maggiore e non solo, vi sono molte case disabitate che necessitano di un forte restauro, pertanto gli incentivi predisposti non possono che migliorare la situazione attuale delle dimore d’epoca che possono anche essere utilizzate per creare gli alberghi diffusi, ora tanto in voga, che portano un turismo nuovo, una nuova recettività.

L’Albergo Diffuso infatti si rivolge a tutti coloro che sono interessati a soggiornare in un contesto urbano di pregio rendendo quindi vivi i nostri borghi dimenticati.

Di conseguenza non solo questi bonus incentivano il restauro delle proprie abitazioni, ma stimolano i giovani e non solo ad intraprendere questa attività lavorativa riportando alla vita, strutture abbandonate per rivitalizzare il tessuto sociale e le tipicità locali che altrimenti andrebbero perdute.

Accanto alla creazione degli Alberghi Diffusi possono nascere nuove attività merceologiche, quindi è un modo per favorire, implementare il commercio ora presente.

L’abitazione quindi viene così considerata un bene da conservare, recuperare, ristrutturare e riqualificare offrendo attività imprenditoriale svolta in maniera professionale.

Senza essere alterati nella loro architettura, la nostra capitale e tutti i borghi esistenti che vanno incontro allo spopolamento, possono essere, quindi riqualificati e resi vissuti, concetto fondamentale da tenere sempre in mente.

Non mi dilungo ulteriormente su questo aspetto in quanto avremo modo di trattarlo nello specifico in sede di esame dei singoli emendamenti.

Mi preme sottolineare quanto sia importante investire e fare scelte non ordinarie ma coraggiose e innovative ma dettate dal buon senso e responsabilità, che possano davvero garantire un futuro al nostro amato Paese.

Ma in tutto questo, quindi all’interno del Progetto Paese, non bisogna dimenticare la persona, i minori.

Il progetto di Legge di Bilancio con gli artt. 7 e 9 nello specifico, ha attuato interventi in materia di disabilità e di protezione sociale.

Siamo consapevoli quanto sia importante l’inclusione lavorativa e scolastica delle persone con disabilità, pertanto essenziali sono le strategie e la promozione di campagne di sensibilizzazione su questa tematica volte a favorire la partecipazione di tutti i cittadini alla vita politica, sociale ed economica in base proprio al principio della parità giuridica e delle pari opportunità.

Grazie Eccellenze.