AGRICOLTURA

REVISIONE DEL PIANO DI SVILUPPO AGRICOLO

La legge attuale è superata rispetto alle esigenze della realtà contemporanea.

La filiera Agro-Alimentare presente ha raggiunto livelli quantitativi e di eccellenza molto elevati.

Occorre proseguire su questa linea implementarla e presentarla come buona pratica agricola zootecnica capace di attirare consumatori e visitatori dall’esterno.

Va impostato un progetto di legge a sostegno delle produzioni agricole e degli allevamenti che sappia concentrare le risorse finanziarie di sviluppo verso le produzioni tipiche di territorio e la filiera Biologica: Futuro del settore Agro-Alimentare

INSERIMENTO DEI GIOVANI IN AGRICOLTURA

Il nuovo piano di sviluppo agricolo dovrà prevedere appositi strumenti per consentire ai giovani di cimentarsi con l’impresa agraria, creare l’indispensabile turn over, assegnare terreni (almeno quelli di proprietà statale) quale strumento indispensabile per fare impresa, creare condizioni socio economico per un lavoro dignitoso e rispettoso delle più elementari norme sul lavoro.

Il futuro dipende molto dalla capacità di inserire giovani nel settore, oggi sono presenti poche unità per cui è gioco forza potenziare la presenza di nuove risorse e di nuove idee per riorganizzare e rilanciare il comparto agricolo.

COOPERAZIONE

Consolidare, sviluppare il sistema cooperativo e la promozione dei prodotti mantenendo alta la qualità ed il prezzo di mercato.

Adottare strumenti ed iniziative per stimolare sinergie tra pubblico e privato assieme a ristoratori ed operatori turistici, al fine di potenziare la conoscenza e la distribuzione delle eccellenti produzioni agricole zootecniche presenti.