Paola Barbara Gozi: intervento del 17/03 in CGG – istanza d’arengo n.11 – normativa dopo di noi

18 Mar 2021

Grazie Eccellenze, desidero in primis ringraziare i cittadini che hanno presentato questa istanza d’arengo. Una istanza che ha una valenza cruciale per un Paese civile orientato nel fornire supporto alle fasce più fragili e deboli. In molte città italiane, dove la casistica è rilevante, i servizi preposti, hanno progettato questa forma di sostegno per i […]

Grazie Eccellenze,

desidero in primis ringraziare i cittadini che hanno presentato questa istanza d’arengo.

Una istanza che ha una valenza cruciale per un Paese civile orientato nel fornire supporto alle fasce più fragili e deboli.

In molte città italiane, dove la casistica è rilevante, i servizi preposti, hanno progettato questa forma di sostegno per i portatori di disabilità che, senza alcun famigliare, sarebbero soli, in balia di sé stessi.

La progettazione di tali interventi, ha infatti l’obiettivo di favorire la vita indipendente e progettare il “dopo di noi” ed è orientata verso l’autonomia del disabile e la sua uscita dal nucleo familiare di origine, ovvero è finalizzata alla deistituzionalizzazione anche mediante soggiorni temporanei al di fuori del contesto familiare, al fine di favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia della persona con disabilità.

Per ciascun beneficiario sarà quindi definito un progetto personalizzato e dinamico, predisposto da un’équipe multidisciplinare, con l’obiettivo finale di garantire la massima espressione della persona e il raggiungimento della maggiore indipendenza possibile.

Il Governo ha messo in atto, nel corso degli anni, una serie di interventi a sostegno della famiglia:

  • Legge del 29 ottobre 2003 n. 137 Interventi a sostegno della famiglia e sue successive modifiche;
  • Decreto Delegato del 1 febbraio 2018 n. 14, a prevedere agli articoli 13 e 14 un’integrazione e un ampliamento dell’articolo 5 della Legge n. 137/2003, attraverso una differenziazione fra Congedi Parentali articolo 5 e Congedo parentale lungo retribuito articolo 5 bis;
  • Legge Quadro del 10 marzo 2015 n. 28 per l’Assistenza, L’inclusione sociale e i Diritti delle Persone con Disabilità;
  • Decreto Legge del 20 maggio 2019 n. 79 Integrazione ed ampliamento degli interventi a sostegno della famiglia prevedendo la possibilità di Congedo parentale lungo retribuito oltre i 14 anni.

Altresì con delibera n. 19 del 22 febbraio 2021, si è deliberato la costituzione di un Gruppo di Lavoro e Coordinamento per il Servizio Disabilità, finalizzato all’elaborazione di un Progetto di raccordo complessivo della materia e con delibera n. 45 del 01 marzo 2021, si è disposto la costituzione di un Gruppo di lavoro per verificare e valutare le diverse normative relative agli interventi a tutela e sostegno della famiglia al fine di procedere ad una elaborazione  di interventi legislativi integrativi.

Pertanto considerando l’istituzione mediante le due delibere summenzionate di due Gruppi di lavoro atti alla progettazione di interventi a tutela e sostegno della famiglia e dei bambini con disabilità, questa istanza, che potrebbe rientrare in un progetto più ampio, non può essere accolta.

Grazie