Mariella Mularoni: intervento del 17/03 in CGG – istanza d’arengo n.12

22 Mar 2021

Implementazione ore di Ed. Fisica

Personalmente accolgo lo spirito e le finalità indicate nell’istanza. Non è la prima volta che ci troviamo ad affrontare istanze su questi temi che chiedono un’implementazione delle ore di didattica e dell’offerta formativa nelle diverse discipline scolastiche; è avvenuto per la lingua inglese, per l’introduzione dello spagnolo che è al momento oggetto di studio da parte della Segreteria alla Pubblica Istruzione, ma anche per etica ed educazione alla cittadinanza.

Come non essere d’accordo con il lungo elenco di benefici che ne deriverebbero da un’implementazione delle ore di educazione fisica, pensiamo al benessere fisico per gli studenti che potrebbero fruire di nuovi impianti e nuove strutture sportive, di un nuovo modello organizzativo in tutti gli ordini scolastici. Questo però comporterebbe una trasformazione importante, se non una “rivoluzione” che riguarderebbe tutta l’organizzazione scolastica. Un aumento di ore di Ed. Fisica implicherebbe inevitabilmente la diminuzione delle ore di altre discipline, con l’attuale struttura oraria, diversamente dovremmo pensare ad un prolungamento dell’orario scolastico, con una permanenza a scuola anche nelle ore pomeridiane per la scuola media e superiore, ma le strutture scolastiche di cui oggi siamo dotati non lo consentono.

Sarebbero necessarie infatti mense scolastiche, spazi dedicati per la ricreazione e ambienti in cui svolgere attività di gioco ed Ed. Fisica. Un progetto lodevole quello proposto dagli stanti che merita grande attenzione e considerazione da parte delle istituzioni, soprattutto in questo momento di forti restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19, che hanno costretto i nostri studenti ad una DAD prolungata e ad una maggiore sedentarietà.

Attualmente però gli spazi educativi di cui dispongono le scuole sammarinesi sarebbero insufficienti ad accogliere gli interventi indicati nell’istanza in oggetto e richiederebbero un cambiamento importante nel modello educativo che auspico possa essere valutato nell’ambito della riforma dei curricola che è allo studio della Segreteria competente.

Grazie