GDC: precisazioni su legge Imprenditoria Giovanile

11 Nov 2015

Alla luce della recente lettera inviata dalle Associazioni di Categoria alle Istituzioni e agli organi di stampa che chiama in causa i Giovani Democratico Cristiani come presentatori del progetto di legge “Legge a sostegno dei giovani imprenditori e delle nuove attività nei centri storici”, siamo ad intervenire per fare opportuna chiarezza. A seguito dell’osservazione pervenuta […]

Alla luce della recente lettera inviata dalle Associazioni di Categoria alle Istituzioni e agli organi di stampa che chiama in causa i Giovani Democratico Cristiani come presentatori del progetto di legge “Legge a sostegno dei giovani imprenditori e delle nuove attività nei centri storici”, siamo ad intervenire per fare opportuna chiarezza.


A seguito dell’osservazione pervenuta dalle Associazioni di Categoria di non essere stati messi a conoscenza del progetto di legge, vorremo ricordare come suddetto progetto, esaminato in prima lettura in data 20 marzo 2015, oltre ad aver avuto in questi mesi ampia visibilità sugli organi di stampa, è stato condiviso sin dall’inizio con le Associazioni stesse e non solo, al fine di avere consigli e suggerimenti; consigli e suggerimenti che in gran parte sono stati accolti.
Inoltre ricordiamo alle Associazioni, che in una delle prime sedute della Commissione Imprenditoria Giovanile dell’anno 2015, un nostro delegato vi ha preso parte, proprio perchè un progetto di riforma era già in cantiere da tempo.
Ci dispiace quindi come tra la prima lettura e il passaggio in Commissione Finanze non siano pervenuti ulteriori suggerimenti, che sicuramente sarebbero stati preziosi. Il testo originario era pubblico e depositato; le Associazioni ne erano sicuramente a conoscenza.
In data 8 settembre 2015 il progetto è stato esaminato in Commissione Finanze trovando ampio consenso e registrando nove voti favorevoli, nessun voto contrario e quattro astensioni, nonchè la nomina di un relatore unico di maggioranza e opposizione.
Condividiamo la necessità di sostituire la Legge precedente (n.134/1997) con una nuova procedura che possa rendere l’iter più veloce e maggiormente incentivante per chi decide di intraprendere un’attività economica, ragione primaria della nostra proposta.
Siamo inoltre convinti che questo strumento potrà dare immediatamente risposte importanti ai tanti giovani che desiderano intraprendere una attività economica.
Rimaniamo disponibili per qualsiasi momento di confronto prima della prossima seduta del Consiglio Grande e Generale, ribadendo quanto questo progetto di legge sia una priorità assoluta per la ripresa economica del nostro Paese.

Giovani Democratico Cristiani Sammarinesi