GDC – Ora basta!!

19 Giu 2018

La notizia della liquidazione di Asset banca, seguita da quella dell’ordinanza del Tribunale contro il commissariamento della stessa banca, dimostra l’assurdità di questa situazione e conferma la pessima gestione del sistema finanziario da parte dei vertici di Banca Centrale, pienamente sostenuti da un Governo che non riesce ad ascoltare, o non vuole ascoltare, quanto più […]

La notizia della liquidazione di Asset banca, seguita da quella dell’ordinanza del Tribunale contro il commissariamento della stessa banca,

dimostra l’assurdità di questa situazione e conferma la pessima gestione del sistema finanziario da parte dei vertici di Banca Centrale, pienamente sostenuti da un Governo che non riesce ad ascoltare, o non vuole ascoltare, quanto più volte chiesto dalla cittadinanza nelle serate pubbliche e manifestato a “gran voce” sui mezzi di comunicazione come social e giornali.
È il momento di dire BASTA! Se c’è ancora un briciolo di responsabilità nella coalizione Adesso.sm, soprattutto in movimenti come C10 che si sono dichiarati i nuovi paladini della giustizia e della trasparenza, ci si aspetterebbe che venissero rassegnate le immediate dimissioni del Segretario Celli e dei vertici di BCSM.
Noi Giovani Democratico Cristiani siamo molto preoccupati non solo per questa fase presente ma anche perché, per mancanza di quella comunicazione tanto decantata ad inizio legislatura da parte della maggioranza, non riusciamo ad intravvedere neanche una bozza di “progetto Paese” per il futuro.
Queste brusche manovre che stanno mettendo in ginocchio il sistema finanziario ed imprenditoriale, a chi gioveranno? Questi “signori” di Banca Centrale che vanno avanti a spada tratta, nonostante anche il Tribunale si sia chiaramente espresso manifestando serie perplessità sul loro operato, dove ci porteranno? E cosa rimarrà ai sammarinesi? Smantellando il sistema bancario-finanziario, dove reperiremo le risorse per dare futuro a noi giovani?
Come Giovani DC vogliamo manifestare la nostra reale preoccupazione per ciò che sta accadendo e sollecitare tutti i giovani, nostri coetanei, a seguire attentamente la situazione e ad unire la propria voce alla nostra perché non accada che vengano prese decisioni sulle nostre teste, che domani si possano rivelare un peso in più per la nostra vita. Cosa che, visto l’assoluto silenzio da parte del governo e della maggioranza, ancora non siamo riusciti a comprendere.
I Giovani Democratico Cristiani