Assemblea programmatica GDC 2021 – Marco Mularoni: giustizia

23 Lug 2021

L’intervento normativo più complesso che si sta portando avanti nella corrente legislatura è la riforma del codice di procedura penale; Pertanto è già stato costituito un gruppo di lavoro a composizione mista, politico-tecnica, che ha come obiettivo principale quello di individuare la fisionomia del nuovo processo penale e giungere ad un testo condiviso che definisca i punti fondamentali sui quali basare l’architettura della riforma.

Il gruppo di lavoro è partito, in questa prima fase, proprio dallo studio e dalla formulazione di proposte intermedie di ammodernamento di diversi istituti che risultano, oggigiorno, obsoleti, mancanti di quelle garanzie ritenute necessarie sia nella fase istruttoria che nelle fasi successive del giudizio e/o non più in assonanza con i principi e le direttive enunciate da diversi organismi internazionali.

I Giovani Democratico Cristiani sono inoltre costantemente impegnati nell’osservare e vigilare su tutti quei fenomeni che l’informatizzazione e la digitalizzazione hanno prodotto all’interno della nostra società civile.

Il movimento si è posto come obiettivo quello di proseguire anche nella battaglia contro la violenza sulle donne e di genere, ivi quella domestica, nonché nel contrasto dei fenomeni del bullismo tradizionale e di quello online, conosciuto come cyberbullismo.

Con la legge 1 febbraio 2021 n. 16 è stato introdotto nella legislazione sammarinese il reato di diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti (Revenge Porn); questa legge è stata interamente formulata, sostenuta nelle sedi competenti e voluto dal movimento.

Grazie al contributo del redattore Marco Mularoni dal sostegno ricevuto dai Consiglieri Lorenzo Bugli e Alice Mina, tutto il Consiglio Grande e Generale nella giornata del 26 gennaio 2021, ha votato, in seconda lettura, l’introduzione della presente fattispecie nel novero dei nuovi reati del Codice Penale Sammarinese.

Il lavoro non si è fermato con l’introduzione del Revenge Porn e l’intero movimento è quotidianamente al lavoro per dare una risposta normativa a tutti quei fenomeni che sono ancora sottovalutati, minimizzati e trascurati all’interno della nostra società civile.