Alice Mina: stimolare soluzioni innovative a sostegno e valorizzazione dei giovani

28 Apr 2021

La relazione annuale sull’attività svolta dalla Commissione Politiche Giovanili e sullo stato di attuazione della legge quadro per l’attivazione di politiche a favore dei giovani presentata dal Segretario Belluzzi, mi da l’opportunità di svolgere alcune riflessioni relativamente alle questioni che riguardano le nuove generazioni.

Innanzitutto desidero rivolgere un ringraziamento al Presidente della Commissione Politiche Giovanili Daniela Amici e a tutti i suoi membri, per la relazione presentata all’attenzione dell’aula consigliare, dalla quale si evincono l’importante attività svolta nell’anno 2020 e gli obiettivi stabiliti per il 2021.

Non posso che condividere il fatto che il 2020 ha messo a dura prova l’intera comunità a causa di una emergenza sanitaria che ha messo tutti in estrema difficoltà ed i giovani, insieme alle donne, rappresentano la categoria sulla quale sono ricadute maggiormente le conseguenze della pandemia;

Bambini, adolescenti e giovani sono coloro che hanno pagato il prezzo più alto, da un punto di vista sociale, durante i lockdown parziali e totali che ci sono stati a partire dall’inizio della pandemia.

Conseguenze che hanno inciso e stanno tutt’ora indicendo sulla loro vita e sul loro futuro.

Enormi sono le incertezze che si trovano di fronte ed è pertanto non più rinviabile proporre riflessioni per stimolare soluzioni innovative a sostegno e valorizzazione dei giovani.

Come ci dice la Presidente della Commissione, “vogliamo credere che ogni situazione possa generare nuovi scenari ed opportunità. Siamo fiduciosi e confidiamo in quella capacità di resilienza che promana dalle giovani generazioni e che, a cascata, apporta benefici a tutta la società”.

E quindi benissimo lo svolgimento di attività legate a tematiche sociali, alla promozione di politiche attive che sostengano lo sviluppo positivo e concreto dei giovani, di opportunità di formazione continua, di percorsi di sensibilizzazione su specifici temi quali la sicurezza stradale, la tutela ambientale, il contrasto a qualsiasi forma di violenza.

Apprezzo particolarmente la volontà di stimolare l’organizzazione di eventi legati al tema del lavoro e delle nuove competenze, alle opportunità di studio e scambio all’estero, all’imprenditoria giovanile, alla questione della sicurezza sociale ed economica.

Da parte nostra vi è la massima disponibilità per stimolare un percorso di condivisione, di dialogo e di collaborazione costante con l’obiettivo di dare risposte concrete ad un contesto che merita la nostra più ampia attenzione.

Serve uno sforzo per unire intelligenze, visioni ed energie positive, in modo anche non convenzionale, ma veloce, per ricostruire un’idea di futuro per le nuove generazioni. L’attuale è una fase storica in cui forse più che mai dovremmo azzardare pensieri nuovi, modalità diverse, soluzioni alternative.

E non dimentichiamo mai che da ciò che decideremo di mettere in campo per il futuro della nostra Repubblica in tutti i suoi aspetti avrà un impatto sulle nuove generazioni, nuove generazioni che vanno tutelate e mai dimenticate.

Sarà su di loro che ricadranno le conseguenze, positive o negative, delle nostre scelte. “Questo ci ricorda che l’obiettivo prioritario, oggi, è avviare un percorso di riforme con la prospettiva del domani”.