E' per me una grande emozione poter esprimere il mio pensiero davanti a voi quest'oggi.
Sono un giovane di poche parole perciò mi scuso in anticipo se sarò breve e andrò subito al punto.

Si è parlato di cambiamento nella Democrazia Cristiana e nel giovanile.
C'è una parola che in pochi hanno pronunciato negli interventi precedenti e ringrazio chi l'ha anticipata: PASSIONE!

Oggi manca passione per la politica, per la cultura e per le nostre tradizioni.
La più grande pazzia del nostro tempo è il rifiuto della nostra storia a favore della "beata ignoranza".
Un popolo senza identità non ragiona ed è facile preda di demagogie e suggestioni dannose.

Io sono un ragazzo molto giovane, ho ventun'anni, guardo le nuove generazione e mi rendo conto, con qualche eccezione, che molti hanno dimenticato la passione per la propria terra.
Questo genera un vuoto profondo, terribile.

Mi sono confrontato con molti giovani ultimamente e purtroppo mi rendo conto che non hanno un'idea di quello che succede sul nostro territorio, tanto meno nel mondo.

Perciò i Giovani Democratico Cristiani dovranno occuparsi anche di questa problematica: far rinascere la passione per la nostra terra e per la politica.

Il cambiamento non basta volerlo, noi dobbiamo farlo!

 

Alberto Serra

Membro del Gruppo di Coordinamento GDC

Ultima modifica il Martedì, 27 Giugno 2017

Lascia un commento

Login

Privacy Policy

Cerca nel sito