IL CONSIGLIO GRANDE E GENERALE
Seduta del 9 gennaio 2018

Considerata

l’importanza della condivisione di un piano strategico di stabilità finanziaria per il Paese che ha come presupposto il risanamento del sistema bancario e finanziario ed in particolare il superamento delle criticità inerenti ai crediti deteriorati.

Alla luce:
- delle notizie che si susseguono su un’imminente cessione degli NPL di Cassa di Risparmio della Repubblica di San Marino, con particolare riferimento ai Crediti “Delta”;
- della mancanza di smentite pubbliche da parte del Governo della suddetta vendita;
- delle scelte attuate dal Governo e dal Consiglio Grande e Generale su Cassa di Risparmio in ordine alla approvazione di Bilanci, Decreti-Legge, acquisizione degli attivi e dei passivi di Asset Banca, nonché delle garanzie prestate, che impegnano lo Stato per oltre 500 milioni;
- dell’impatto che le suddette scelte hanno ed avranno sul Bilancio dello Stato e conseguentemente sui cittadini sammarinesi e sui residenti in termini di aggravio dell’imposizione fiscale;
- della consapevolezza che solo attraverso la gestione ed una massima realizzazione dell’attivo costituito dai crediti NPL della Cassa ridurrà il peso e la necessità di intervento con provvedimenti straordinari nei Bilanci dello Stato;

impegna il Congresso di Stato

ad intervenire prontamente per bloccare ogni eventuale iniziativa tesa alla vendita dei crediti “Delta” e

dispone

che ogni decisione in merito alla cessione dei suddetti attivi debba avvenire esclusivamente se autorizzata con delibera assunta dai due terzi del Consiglio Grande e Generale.

Gruppo Consigliare PDCS

Letto 39 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Login

Privacy Policy

Cerca nel sito