Grazie eccellenza,
Colleghi Consiglieri,
grazie Segretario per il suo riferimento...

Sono appena trascorsi due mesi dalla nomina di Capuano e ci troviamo nuovamente a discutere il gradimento del suo successore, il Dott. Moretti. Non è cambiato nulla.....stesso copione nella sua designazione, ... il Governo sta continuando nella sua azione arrogante e distruttiva del Paese, senza perdere un colpo, incurante della perdita di capitali, della fuoriuscita di liquidità, del disastro economico in atto! In sei mesi il Paese ha perso 701 milioni di euro, e questo dato, così grave non può essere tralasciato.
Tornando al comma in discussione, purtroppo abbiamo appreso dalla stampa che il Consiglio Direttivo di Banca Centrale il 4/12 ha proceduto ad indicare il suo Direttore nella persona del Dott. Roberto Moretti, membro del CDA di Cassa di Risparmio! Soggetto vigilato che diventa a sua volta “vigilante” – tutto normale per questo Governo? la stessa procedura che è stata seguita per la nomina del Presidente di Cassa l’Avvocato Zanotti che da membro del Consiglio Direttivo di Banca Centrale è entrato in Cassa !! idem per l’Ing. Kaulard che da membro del Consiglio Direttivo di Banca Centrale una volta dimesso è stato nominato nel CDA di Cassa di Risparmio! Quali le competenze richieste per poter ricoprire tali incarichi?? Mi piacerebbe che qualcuno mi rispondesse......
Ma tutto questo fa parte della normalità nell’esecutivo....... Queste commistioni e facili passaggi da un ruolo ad un altro, tra loro incompatibili per legge, ingenera dubbi pesanti sulla gestione delle banche ed anche di Banca Centrale.
Certamente sul Dott. Moretti non possiamo dare giudizi avventati sulla persona, ma ci auguriamo che possa fare un ottimo lavoro nel suo nuovo ruolo, che sia una persona non soggetta ai condizionamenti dei poteri forti, che abbia i requisiti di onorabilità, che si preoccupi dell’interesse collettivo, che sappia assicurare una sana e prudente gestione di Banca Centrale ed un corretto indirizzo, sostegno e salvaguardia del sistema bancario sammarinese, per non seguire l’esempio di chi lo ha preceduto e per evitare di essere continuamente sulla stampa italiana per risultati negativi.
Detto questo non possiamo non evidenziare la mancanza di confronto su scelte così importanti per il sistema economico del Paese, come avvenuto anche per Capuano. Non siamo a conoscenza della mission a lui affidata, degli obiettivi e delle strategie che dovrà mettere in atto per il sistema finanziario sammarinese.
Anche in questa occasione la sua nomina ci è stata calata dall’alto e comunicata a decisione avvenuta nel CDA di Banca Centrale senza alcun confronto e coinvolgimento delle opposizioni; da mesi continuate a denigrare le forze di opposizione, da mesi rivendichiamo l’esigenza di dialogo, di confronto su temi strategici per il Paese, di fare sistema, ma proseguite il percorso intrapreso, senza ascoltare anche chi ha più esperienza di voi!! e non solo nel settore finanziario!! Per mesi avete rivendicato l’autonomia di Banca Centrale, riponendo in essa e nel suo Presidente la massima fiducia, avete affidato le scelte strategiche a quella Governance dandole “carta bianca,” indicandoli come i salvatori della patria!! Con quali risultati??? Le responsabilità si condividono, caro Segretario......ed il disastro in atto dovrebbe farla riflettere.
La lettera di dimissioni di Wafik Grais è stata un’ulteriore conferma di quanto abbiamo sostenuto fino ad oggi dai banchi dell’opposizione in merito alle scelte finanziarie del Governo. E lo ha dichiarato Grais quando ha motivato la sua scelta di abbandonare la presidenza di BCSM, dovuta all’impossibilità di condividere le scelte finanziarie del Governo adottate di recente, non in linea con gli obiettivi che gli erano stati affidati al momento dell’assunzione dell’incarico di Presidenza di BCSM, e divergenze nella visione della “policy”, “incapacità da parte sua di appoggiarne i cambiamenti”; Capuano disse, “Non intravedo una chiara volontà di affrontare i problemi del sistema nel modo che personalmente ritengo corretto”.... Ancora attendiamo delle risposte in merito alla mancanza di volontà di affrontare i problemi del sistema? Le accuse rivolte al Governo sono gravissime e voi continuate un percorso di non condivisione!
Dovete spiegarci perché anche per questa nomina si è persa un’occasione importante per affidare l’incarico di Direttore Generale ad un sammarinese. Non abbiamo forse all’interno professionalità da impiegare in ruoli apicali con gli stessi requisiti? Perché dobbiamo continuamente ricorrere ad esterni che spesso ci vengono imposti, che non conoscono la nostra realtà, ed affidiamo loro le sorti della Repubblica, concedendo massimo potere e stipendi da favola ?? A questo nuovo direttore è stato detto che c’è un tetto massimo sugli stipendi che va rispettato, o avete trovato già un escamotage per superarlo??
Anche in questa occasione vi assumete completamente da soli la responsabilità della scelta ..... senza alcun confronto con le opposizioni che vi ricordo rappresentano il 40% dei consensi nel paese!!!
Grazie

Ultima modifica il Martedì, 12 Dicembre 2017
Letto 164 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Login

Privacy Policy

Cerca nel sito