Grazie Eccellenza,
Colleghi consiglieri
Vorrei fare alcune considerazioni sulla proposta presentata dal Governo in I lettura sull’assestamento di Bilancio, poi avremo modo di approfondire nel dibattito in II lettura.

Impossibile pensare che in 6 mesi il Bilancio dello Stato possa essere risanato. La situazione dei conti pubblici dello Stato è drammaticamente arrivata ad un punto critico e penso che ad ottobre se non si adotteranno scelte intelligenti non godranno di buona salute. Ma questo non è una novità, visto l’aumento della spesa corrente che non è stata ridotta né tantomeno compensata da maggiori entrate. Ricordiamo tutti a fine febbraio “ l’operazione verità” messa in atto dal Governo Adesso.sm che ha messo in allarme l’intero Paese, ribattezzata in seguito dal Segretario Celli “ Operazione Consapevolezza”, minimizzando chi l’aveva accusato di fare terrorismo, che ci ha creato danni ingenti in termini di fiducia e credibilità verso ipotetici investitori stranieri, ma non solo.
Il Segretario Celli nella Relazione illustrativa di questa mattina ha indicato alcuni interventi che dovranno essere messi in atto per risanare i conti pubblici, misure per rendere sostenibile il Bilancio dello Stato e saranno richiesti ancora tantissimi sacrifici alla cittadinanza, ed anche l’innalzamento delle tasse sempre per i più deboli.
Oggi il Governo si trova a dover ricostruire adeguate risorse di liquidità, e vediamo che nell’assestamento sono state inserite diverse voci di entrata, alcuni interventi specifici per aumentare il gettito, l’aumento dell’aliquota sui beni di lusso,il contributo di solidarietà a carico dei dipendenti pubblici dello 0,5 %, oltre ad un intervento sulle pensioni superiori ai 30 mila euro.
Finalmente in questa fase di assestamento incominciamo ad intravvedere qualche scelta politica del Governo, sanatoria edilizia, intestazione degli immobili ai cittadini non residenti, annunciata dalla DC nella Conferenza Programmatica del 2016. Una rivoluzione che potrebbe dare una boccata d’ossigeno ad un settore in crisi quale è quello dell’edilizia, considerato che molti degli immobili presenti sul mercato sono legati al settore bancario e finanziario. Consideriamo poi che dietro alla vendita degli immobili si apre lo spazio per la ripresa anche di altri indotti che da mesi sono in attesa di poter ripartire; mi riferisco agli artigiani, impiantisti e tutta la filiera dell’edilizia. Ovviamente non sarà questa la panacea a tutti i mali del settore, ma può dare una spinta. Approvo con piacere la scelta di inserire l’intestazione degli immobili ai non residenti, peccato che questa scelta era stata fortemente sostenuta anche dal mio gruppo consiliare in passato, un impegno che ci eravamo assunti ma i nostri alleati allora ci misero il veto. Oggi vediamo che le cose sono cambiate e la stessa forza politica che ci aveva messo il freno da forza di maggioranza accetta anche questo perché purtroppo è diventata una scelta obbligata che oggi non darà quei risultati sperati.
Pochi sono gli interventi per rilanciare la crescita, ci saremmo aspettati interventi più incisivi sul potenziamento delle opere pubbliche, turismo ed investimenti pubblici, per non parlare di un altro settore strategico in cui il Governo dovrebbe dedicare maggior attenzione, quello formativo, scuola, Università ambito fondamentale per rilanciare la competitività del sistema.
Il Consigliere Tosi nel suo intervento ha tentato di spiegare le ragioni per cui sono stati tolti 10 milioni di euro previsti a bilancio nel 2017 per il finanziamento delle opere pubbliche, approvate nella passata legislatura. Il consigliere Tosi ha detto che il Governo intende finanziare opere pubbliche ben individuate e non opere relative alla spesa corrente, previste dal bilancio dell’Azienda Autonoma di Stato per i lavori Pubblici. La domanda che vi faccio è quali sono le opere che intendete finanziare, perché crediamo che il rilancio dell’economia debba passare anche attraverso l’implementazione dell’offerta turistica e commerciale.
Grazie

Letto 47 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)

Lascia un commento

Login

Privacy Policy

Cerca nel sito